Книга пророка Захарии, глава 6

E alzai di nuovo gli occhi, guardai, ed ecco quattro carri che uscivano di fra i due monti; e i monti eran monti di rame. Al primo carro c'erano dei cavalli rossi; al secondo carro, dei cavalli neri; al terzo carro, dei cavalli bianchi, e al quarto carro dei cavalli chiazzati di rosso. E io presi a dire all'angelo che parlava meco: ‘Che son questi, mio signore?’ L'angelo rispose e mi disse: ‘Questi sono i quattro venti del cielo, che escono, dopo essersi presentati al Signore di tutta la terra. Il carro dei cavalli neri va verso il paese del settentrione; i cavalli bianchi lo seguono; i chiazzati vanno verso il paese di mezzogiorno, e i rossi escono e chiedono d'andare a percorrere la terra’. E l'angelo disse loro: ‘Andate, percorrete la terra!’ Ed essi percorsero la terra. Poi egli mi chiamò, e mi parlò così: ‘Ecco, quelli che escono verso il paese del settentrione acquetano la mia ira sul paese del settentrione’. E la parola dell'Eterno mi fu rivolta in questi termini: Prendi da quelli della cattività, cioè da Heldai, da Tobia e da Jedaia — e récati oggi stesso in casa di Giosia, figliuolo di Sofonia, dov'essi sono giunti da Babilonia, — prendi dell'argento e dell'oro, fanne delle corone, e mettile sul capo di Giosuè, figliuolo di Jehotsadak, sommo sacerdote, e parlagli, e digli: ‘Così parla l'Eterno degli eserciti: Ecco un uomo, che ha nome il Germoglio; egli germoglierà nel suo luogo, ed edificherà il tempio dell'Eterno; egli edificherà il tempio dell'Eterno, e porterà le insegne della gloria, e si assiderà e dominerà sul suo trono, sarà sacerdote sul suo trono, e vi sarà fra i due un consiglio di pace. E le corone saranno per Helem, per Tobia, per Jedaia e per Hen, figliuolo di Sofonia, un ricordo nel tempio dell'Eterno. E quelli che son lontani verranno e lavoreranno alla costruzione del tempio dell'Eterno, e voi conoscerete che l'Eterno degli eserciti m'ha mandato a voi. Questo avverrà se date veramente ascolto alla voce dell'Eterno, del vostro Dio’.